Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”


Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..





“ Non c’è niente di più profondo di ciò che appare in superficie “





Pino Ciampolillo


venerdì 30 settembre 2011

ISOLA DELLE FEMMINE VARIANTE PRG PREFABBRICATI NORD,



UNA VARIANTE MOLTIPLICATO UN'ALTRA VARIANTE RISULTATO= UN INVITO ALL'ILLECITO

DELOCALIZZARE TUTTI I SITI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI SITUATI NELLE ZONE ABITATE E CHE A CAUSA DELLA LORO ATTIVITA' LAVORATIVA ARRECANO DANNO ALL'AMBIENTE E ALLA SALUTE UMANA (art.216 testo unico delle leggi sanitarie e allegato D.M. 5 settembre 1994 di cui all'art. 216)


La disciplina delle industrie insalubri secondo un'ampia accezione, si riferirsce, in ugual modo, a qualsiasi attività che possa dar luogo ad occasioni di pericolo. Una recente decisione del T.A.R. Toscana può, da sola, riassumere tutta la questione, andando dettagliatamente a specificare che:
«Il concetto di industria utilizzato dal Legislatore nell'art. 216 T.U. 27 luglio 1934 n. 1265, a norma del quale vengono effettuate le classificazioni delle industrie insalubri di prima e seconda classe, non attiene esclusivamente all'attività umana diretta alla produzione di beni mediante procedimenti di carattere artificiale, ma si riferisce sostanzialmente a tutte quelle attività che, modificando la situazione socio-ambientale del territorio, possono dar luogo ad occasioni di pericolo per l'igiene e la salute pubblica."

Sul punto della localizzazione delle industrie insalubri di 1^ classe, la giurisprudenza amministrativa ha affermato che il giudizio valutativo del Comune su dette industrie, che debbono essere isolate nelle campagne e tenute lontano dalle abitazioni, presenta ampi margini di insindacabilità, censurabile solo quando le valutazioni di lontananza e vicinanza siano manifestamente illogiche (Cons. di Stato, V, n.240/90).

………..l’art. 216 del t.u. delle leggi sanitarie n. 1265/1934, al quinto comma, prevede una deroga per la “industria o manifattura” insalubre di prima classe, che può essere “permessa nell’abitato” se l’interessato dimostri che per l’introduzione di metodi o cautele il suo esercizio non reca nocumento alla salute del vicinato;

....il Comune, proprio ai sensi dell’art. 216 ricordato, è tenuto a verificare la nocività dell’impianto in concreto, con la specifica valutazione dei metodi e delle cautele offerte dall’interessato.


GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REGIONE SICILIANA


PALERMO - VENERDÌ 19 DICEMBRE 2003 - N. 55 PARTE PRIMA


DECRETI ASSESSORIALI

ASSESSORATO DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE


DECRETO 18 novembre 2003.


Approvazione di variante al piano regolatore generale del comune di Isola delle Femmine.
IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE URBANISTICA



Visto lo Statuto della Regione;
Vista la legge 17 agosto 1942, n. 1150 e successive modifiche ed integrazioni;
Visti i DD.II. 1 aprile 1968, n. 1404 e 2 aprile 1968, n. 1444;
Vista la legge regionale 27 dicembre 1978, n. 71 e successive modifiche ed integrazioni;
Visto l'art. 9 della legge regionale n. 40/95;
Visto l'art. 68 della legge n. 10 del 27 aprile 1999;
Visto il foglio prot. n. 6874 del 14 maggio 2003, pervenuto a questo Assessorato il 15 maggio 2003 ed assunto al protocollo generale in pari data con il n. 30157, con il quale il comune di Isola delle Femmine, nel trasmettere la documentazione relativa, ha contestualmente richiesto la variante al piano regolatore generale vigente relativa alla modifica della destinazione urbanistica, da "zona territoriale omogenea E, verde agricolo" a "zona territoriale omogenea D, industriale artigianale", di un'area per l'ampliamento dello stabilimento "Prefabbricati Nord s.r.l.", nonché, la deroga all'indice di densità territoriale di cui all'art. 15, lett. c), della legge regionale n. 78/76 relativamente alla stessa area;
Visto l'ulteriore foglio prot. n. 9773/cc del 7 agosto 2003, pervenuto a questo Assessorato l'11 agosto 2003 ed assunto al protocollo generale il 19 agosto 2003 con il n. 47941, con il quale il comune di Isola delle Femmine ha riscontrato la richiesta di integrazione atti formulata da questo Assessorato con la nota prot. n. 39763 dell'1 luglio 2003;
Vista la delibera n. 5 del 12 febbraio 2003 con la quale il consiglio comunale di Isola delle Femmine ha adottato, ai sensi dell'art. 4 della legge regionale n. 71/78, la variante al piano regolatore generale vigente finalizzata all'ampliamento dello stabilimento "Prefabbricati Nord s.r.l." nonché ha avanzato, ai sensi dell'art.16 della legge regionale n. 78/76, come modificato dall'art. 89 della legge regionale n. 6/01, richiesta di deroga alle indicazioni di cui alla lett. c) dell'art. 15 della legge regionale n. 78/76 relativamente alla realizzazione dello stesso intervento;
Visti gli atti di pubblicazione, ai sensi dell'art. 3 della legge regionale n. 71/78;
Vista l'attestazione datata 14 maggio 2003, a firma del segretario comunale di Isola delle Femmine, in ordine alla regolarità delle procedure di deposito e pubblicazione nonché attestante la mancata presentazione di osservazioni e/o opposizioni avverso la variante in argomento;
Vista la nota prot. n. 26030 del 22 gennaio 2002, con la quale l'ufficio del Genio civile di Palermo, ai sensi del l'art. 13 della legge n. 64/74, ha espresso parere favorevole, con prescrizioni, sul progetto in argomento;
Vista la nota prot. n. 372 del 25 settembre 2003, con la quale il servizio III/D.R.U. di questo Assessorato ha trasmesso al Consiglio regionale dell'urbanistica, unitamente alla documentazione relativa alla variante in argomento, la proposta di parere n. 46 del 25 settembre 2003, che di seguito parzialmente si trascrive:
"...Omissis...
L'area ricade nei pressi dello svincolo autostradale di Capaci sull'autostrada Palermo-Trapani, fra la stessa autostrada e la ferrovia Palermo-Trapani.
Il lotto di terreno, esteso complessivamente mq. 20.062, ricade in parte (mq. 13.375) in zona D industriale artigianale e in parte (mq. 6.705) in zona E di verde agricolo. L'area è attualmente impegnata all'attività della "Prefabbricati Nord s.r.l.": nell'attuale zona D sono situati edifici per complessivi mq. 4.750 coperti e nella zona E sono attualmente allocati basamenti per la lavorazione dei manufatti, delle zone di accantonamento degli inerti e dei silos. L'utilizzo dell'area è pertanto già industriale, così come la zona circostante. La richiesta di variante nasce dall'esigenza della ditta di realizzare ulteriori fabbricati nell'area attualmente destinata a verde agricolo, con un incremento occupazionale di circa 30 unità.
Il progetto consiste dunque nella demolizione di un piccolo locale adibito a spogliatoi e nell'edificazione di tre nuovi corpi di fabbrica per una superficie coperta pari a mq. 10.686 e un volume complessivo pari a mc. 111.358.
L'ampliamento, così come previsto in progetto, risponde ai seguenti parametri:
- superficie del lotto mq. 20.062;
- aree da cedere mq. 2.041;
- superficie residua mq. 18.021.
Superficie coperta: ;

- corpo A mq. 4.555;
- corpo B mq. 1.328;
- corpo C mq. 2.015;
- corpo D mq. 2.697;
Totale mq. 10.686.

Cubatura totale realizzata mc. 111.358;
Rapporto di copertura:
- 59% se calcolato sulla superficie residua;
- 53% se calcolato sulla superficie totale densità edilizia fondiaria 6,17 mc./mq.
Densità territoriale: 5,55 mc./mq.
L'area è sottoposta a vincolo sismico di 2ª categoria ex legge n. 64/74, a vincolo paesaggistico legge n. 1497/39, a vincolo di rispetto autostradale e inoltre ricade nella fascia compresa tra i 500 e i 1.000 metri dalla battigia.
Sulla variante urbanistica il Genio civile di Palermo con prot. n. 26030 del 22 gennaio 2002 ha reso parere di compatibilità ex art. 13, legge n. 64/74.
Sul vincolo paesaggistico la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali, a cui il comune di Isola delle Femmine ha trasmesso istanza con prot. n. 15665 del 18 dicembre 2001 di richiesta parere, non si è espressa; con nota prot. n. 4447/N del 13 giugno 2003, pervenuta a questo ufficio per conoscenza, la Soprintendenza ha chiesto al comune di Isola di notiziare sullo stato delle procedure di approvazione della variante; con nota prot. n. 11562 del 7 agosto 2003 il comune ha esitato la suddetta richiesta.
Relativamente al vincolo di rispetto autostradale non sembra essere stato richiesto alcun parere.
Infine relativamente alla fascia compresa tra i 500 e i 1.000 metri dalla battigia, di cui all'art. 15, lett. c), legge regionale n. 78/76, il comune ha ritenuto di dover intraprendere la procedura di deroga all'indice di densità territoriale di 1,5 mc./mq. consentito dalla citata legge portandolo a 5,55 mc./mq. al fine della realizzazione dell'ampliamento dell'attività industriale in oggetto, e pertanto contestualmente alla variante urbanistica ha avanzato istanza in tal senso.
Dagli elaborati grafici allegati all'istanza si evince che, tolte le aree da cedere al comune, i fabbricati previsti andrebbero a saturare tutto il lotto in questione a meno di una fascia di mt. 5 dai confini su cui è prevista la viabilità interna dei mezzi leggeri e pesanti che non appare adeguatamente studiata.
Il lotto limitrofo peraltro risulta occupato da un fabbricato posto al confine, per cui il corpo di fabbrica C e l'edificio del lotto limitrofo risulterebbero a soli 5 mt. di distacco.
Inoltre, dal raffronto tra lo stralcio aerofotogrammetrico con l'individuazione delle fasce di rispetto trasmessa dal comune con prot. n. 9773/cc del 7 agosto 2003 e la planimetria di progetto (tav. 6) si evince che il corpo di fabbrica D invade la fascia di rispetto autostradale.
Tutto ciò considerato questo servizio III è del parere che la variante urbanistica del lotto da zona E a zona D sia condivisibile.
Viceversa, atteso che l'ampliamento dell'attività richiede una superficie maggiore di quella attuale, e atteso inoltre che dalla rappresentazione cartografica allegata al progetto le aree limitrofe di verde agricolo risultano libere, si ritiene che la deroga richiesta non sia sufficientemente motivata in relazione alla cubatura proposta riferita alla superficie del lotto interessato e pertanto questo servizio III è del parere che la deroga ai parametri previsti dall'art. 15, lett. c), legge regionale n. 78/76 nei termini richiesti non sia concedibile".
Visto il parere del Consiglio regionale dell'urbanistica, espresso con voto n. 244 del 23 ottobre 2003, che di seguito parzialmente si trascrive:
"...Omissis...
Sentito il relatore che ha illustrato la proposta dell'ufficio, limitatamente favorevole al solo cambiamento di destinazione d'uso, da verde agricolo a zona territoriale omogenea D, e rigetto della richiesta di deroga all'art. 15 lett. c) della legge regionale n. 78/76;
Considerato che nel corso della discussione è emerso l'orientamento di condividere il parere dell'ufficio e, relativamente all'indice di D.T., confermare quello di cui all'art. 15, lett. c), della legge regionale n. 78/76 e, pertanto, di disattendere la richiesta di deroga.
Per quanto sopra il Consiglio è dell'avviso di esprimersi favorevolmente sotto il profilo della compatibilità urbanistica conformemente al parere dell'ufficio (che fa parte integrante del presente pronunciamento), confermando l'indice di D.T. previsto dall'art. 15, lett. c), della legge regionale n. 78/76";
Ritenuto di poter condividere il superiore voto n. 244 del 23 ottobre 2003 reso dal Consiglio regionale dell'urbanistica;
Rilevata la regolarità della procedura seguita;
Decreta:

Art. 1

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 4 della legge regionale n. 71 del 27 dicembre 1978, in conformità al parere n. 244 del 30 ottobre 2003 reso dal Consiglio regionale dell'urbanistica e con le prescrizioni rese dal Genio civile con la nota in premessa citata, è approvata la variante al piano regolatore generale vigente, adottata dal comune di Isola delle Femmine con delibera consiliare n. 5 del 12 febbraio 2003, relativa alla modifica della destinazione urbanistica, da "zona territoriale omogenea E, verde agricolo" a "zona territoriale omogenea D, industriale artigianale", dell'area per l'ampliamento dello stabilimento "Prefabbricati Nord s.r.l.".


Art. 2

Fanno parte integrante del presente decreto e ne costituiscono allegati i seguenti atti ed elaborati che vengono vistati e timbrati da questo Assessorato:
1) proposta di parere n. 46 del 25 settembre 2003, resa dal servizio III/D.R.U.;
2) parere del Consiglio regionale dell'urbanistica, reso con il voto n. 244 del 30 ottobre 2003;
3) delibera del consiglio comunale n. 5 del 12 febbraio 2003;
4) elab. 1 - relazione tecnica;
5) elab. 2 - norme tecniche;
6) elab. 3 - dati metrici;
7) elab. 4 - stralci cartografici;
8) elab. 5 - rilievo del lotto, planimetria con destinazione di piano regolatore generale, planimetria in variante al piano regolatore generale con aree da cedere al comune;
9) elab. 6 - planimetria dello stato di fatto e di progetto;
10) elab. 7 - profili longitudinali e sezioni;
11) elab. 8 - documentazione fotografica;

12) relazione geologico-tecnica.


Art. 3

La variante di cui al presente decreto dovrà essere depositata, unitamente ai relativi allegati, a libera visione del pubblico presso l'ufficio comunale competente e del deposito dovrà essere data conoscenza mediante avviso affisso all'albo pretorio ed in altri luoghi.
Art. 4

Il comune di Isola delle Femmine resta onerato degli adempimenti conseguenziali al presente decreto che, con esclusione degli atti ed elaborati, ai sensi dell'art. 10 della legge n. 1150/42, sarà pubblicato per esteso nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
Palermo, 18 novembre 2003.
SCIMEMI

(2003.48.2982)
ORDINANZA DEL SINDACO - Modalità di conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati in regime di raccolta differenziata.
ORDINANZA DEL SINDACO: Revoca ordinanza n.69 (emergenza rifiuti) a far data dal 31/12/2010 ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
ORDINANZA DEL SINDACO: Emergenza rifiuti
ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti:conferimento rifiuti alla discarica di Bellolampo ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti
ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti
ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti
ORDINANZA DEL SINDACO - Revoca ordinanza n.13/11 - Emergenza Rifiuti
ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
Evadono per Finanziare la mercificazione del voto 15 dicembre 2009
Evadono per Finanziare la mercificazione del voto
15 dicembre 2009
[Index 24]
15.12 ore 18.30
Le manifesto i più sinceri sentimenti della solidarietà umana e politica mia e di tutta la comunità da me rappresentata, per l'aggressione subita, auspicando vivamente il ritorno ad un clima di distensione politica e civile.Gaspare Portobello Sindaco di Isola delle Femmine Provincia di Palermo http://silvioberlusconispa.myblog.it/archive/2010/01/12/archivio-messaggi.html


Visto che viviamo nell’era della passione e compassione. Adesso ci si chiede, che ruolo giocherà la foto di Berlusconi insanguinato?
L’immagine del viso insanguinato e ferito ha mostrato tutta la sua drammaticità più della ferita stessa.
Il Tartaglia è stato definito psicolabile,in genere si dice che i pazzi non sono assolutamente matti bensì dicono quello che nessuno osa dire o Fare per questo che vengono rinchiusi.
Il tragico evento di Milano ci riporta alla situazione che in questo momento stiamo vivendo a Isola delle Femmine, nel leggere i commenti che quotidianamente ci giungono, peraltro scritti da una sola mente e con il chiaro intento di screditare, denigrare, offendere, alimentare un clima di odio di divisione di vendetta, incitare e praticre l’aggressione fisica, questi SIGNORI che anonimamente inviano i commenti sono gli stessi SIGNORI stanno sperimentando forme di aggressione e di provocazione continua.
Prima dei Commenti parliamo del Convegno sulla LEGALITA' che si è svolto a Isola
(al costo complessivo di soli 1.500 euro come da determina 297)

I Comuni presidio della Legalità il titolo del convegno organizzato dal Comune (o no forse dal Segretario della C.G.I.L). Si dice sia stato organizzato per dare legittimazione, all’amministrazione Portobello visto la crisi giuridica amministrativa che sta attraversando.
Il contenuto di alcuni interventi ha purtroppo creato un certo imbarazzo nel Sindaco Portobello and Company, per aver descritto la “realtà” politica amministrativa di Isola delle Femmine.
Da parte nostra piena adesione a quanto detto dall’onorevole Apprendi che invitava i cittadini a vigilare lì dove si annida il malaffare di qui l’impegno il dovere etico di tutti i cittadini di vigilare sugli atti che l’amministrazione comunale produce e su quanto si può perpetrare di illegale negli uffici tecnici comunali.

La malaburocrazia è una mafia bianca.

Si è notato un certo imbarazzo da parte del Sindaco Portobello per quanto denunciato da Rosanna Montalto quando parlava di “ZII” che con i loro soldi si esercitano nell’arte dell’usura della speculazione edilizia della compra vendita dei voti. Pur non vivendo a Isola delle Femmine, si è avuto l’impressione che la dottoressa Montalto fosse a conoscenza di quanto avvenuto nelle elezioni amministrative scorse di Isola. L’intervento della Montalto inconsapevolmente, ha descritto perfettamente la realtà isolana “…chi deve prendersi cura del bene comune da amministrare, gestire e valorizzare, con fedeltà e onestà per il mandato ricevuto dagli elettori, si preoccupa, INVECE, esclusivamente delle “cose loro” e di quelli della cordata di potere che li attornia sponsorizza e finanzia.
".....Gli zii evadono le tasse, i tributi   che devono ai comuni, esercitano l’arte dell'elusione...tutto questo per creare fondi da destinare alla compra-vendita dei voti e far eleggere delle loro creature ai posti di rappresentanza....."
La considerazione che quello che doveva essere un convegno di legittimazione della giunta Portobello e la Sua maggioranza si è mostrato essere un vero

FLOP FLOP FLOP.

A metterci la ciliegina sulla torta al convegno l’assenza del Presidente della Commissione Antimafia della Regione Sicilia l’onorevole Lello Speziale.
Forse avrà inciso la richiesta di una Commissione di accesso al Comune di Isola delle Femmine, avanzata dall'opposizione, per verificare eventuali pericoli di inquinamento malavitoso nella nostra amministrazione?

IL TITOLO PENSATO INZIALMENTE "E' immensa la imbecillità ?"
Commenti (si fa per dire) giunti ai nostri blogs :
TENERE IL DIBATTITO CIVILE E NON DANNOSO X ISOLA ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "LA VIOLENZA DISLOCATA": TROPPO ODIO QUESTO BLOG DA LETAMAIO STA SPANDENDO SU ISOLA E GLI ISOLANI SE QUALCHE ESALTATO COMBINA DANNI VI ASSUMERETE LA RESPONSABILITA DELLE NEFANDENZZE E FALSITA PROPINATE DAL QUESTO SITO Postato da TENERE IL DIBATTITO CIVILE E NON DANNOSO X ISOLA in NuovaIsoladelleFemmine alle 15 dicembre 2009 10.10
NON DIMENTICARE MAI ..... ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "INTERVISTA A: GASPARE PORTOBELLO": A Isola delle Femmine, questi signori la politica la interpretano non più come contenuto di ciò che si pensa e di ciò che si dice, contenuto che può essere liberamente e democraticamente messo in discussione e criticato. La politica non è più il rispetto delle regole e del libero e civile confronto delle idee, la politica non è più rispetto delle istituzioni e della responsabilità per la carica ricoperta, non è più riconoscimento dell'importanza della Cosa Pubblica, ma USO privato dei luoghi pubblici. E’ del tutto evidente l’obiettivo che perseguono i nostri “amministratori” con il loro codazzo di portaborse sostenitori suggeritori consulenti ed altri……..: fare dei propri interessi privati il proprio ruolo pubblico; e fare della politica il proprio lavoro. BRAVI BARVI BRAVI QUELLO CHE DITE ERA QUELLO CHE HA FATTO L'EMILIABO PER 13 ANNI...NON DIMENTICATE POVERI SMENORATI DI COMODO Postato da NON DIMENTICARE MAI ..... in NuovaIsoladelleFemmine alle 10 novembre 2009 4.20
CON O SENA M......... ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "ASSUNZIONI E VOTO DI SCAMBIO?": ERENZOCRE' pur vero che da un'attenta lettura della delibera di Consiglio il sindaco Portobello rivela pubblicamente di un intervento nella campagna elettorale per le amministrative 2009, di personaggi presunti mafiosi che hanno appoggiato un candidato, solo uno Signor Sindaco? E i voti che qualche candidato a Lei vicino ha RADDOPPIATO dove li ha trovati? Se è vero ciò che pubblicamente ha affermato il Sindaco Portobello, non dubitiamo affatto della Sua parola, Signor Sindaco se Lei Consente possiamo chiederLe: Cosa ha fatto Lei e il Suo Gruppo per impedire che le elezioni amministrative fossero inquinate da mani mafiose?). CHIEDETE ANCHE ALL'EMILIANO COME A VINTO LE ELEZIONI NEL 95 99 E 2004 CON O SENZA M................... Postato da CON O SENA M......... in NuovaIsoladelleFemmine alle 31 ottobre 2009 13.04


Ma perché a Tremonti dà fastidio tassare i veri ricchi?

Silvio: “Abbiamo dovuto mettere le mani nelle tasche degli italiani”

Isola delle Femmine R. Montalto 11 dic. 2009 ".....Gli zii evadono le tasse, i tributi che devono ai comuni, esercitano l’arte dell'elusione...tutto questo per creare fondi da destinare alla compra-vendita dei voti e far eleggere delle loro creature ai posti di rappresentanza....."

Ma perché a Tremonti dà fastidio tassare i veri ricchi?

“Sulla Calliope pesa l’omertà di una Sicilia che preferisce digerire ciò che accade nel proprio ventre anziché buttarlo fuori”.
L'evasione fiscale è come la mafia, un problema di volontà politica, una politiKa creata ed eletta dalla mafia
Belmonte Mezzagno non s'ha da sciogliere
Capitaneria di Porto Ordinanza n 20 Porto Isola Delle Femmine

Mafia: Dopo l’acceso agli atti per presunto inquinamento mafioso della macchina amministrativa i Carabinieri rimuovono i dirigenti dell’Ufficio Tecnico e dell'ufficio di Ragioneria del Comune di Belmonte Mezzagno
Turismo e Cultura: ogni euro investito ne porta tre sul territorio
L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.

Il Professore : ... ... ... . Giova ricordare , peraltro , IL Che Personaggio Il proprietario del bene confiscato , in partiture OCCASIONE delle elezioni sosteneva Amministrativo Il Candidato della lista "Rinascita Isolana "Rosario Rappa .
Scopo e finalità del Comitato Cittadino Isola Pulita di Isola delle Femmine, aderente alla sezione di Palermo di Legambiente, è la promozione e la tutela della salute in ogni ambito di lavoro, sociale e di vita, nonché la promozione e la tutela dei beni culturali e ambientali, del paesaggio, della natura, dell'ambiente salubre e della cultura nella sua più estesa accezione; la promozione della prevenzione da ogni agente di pericolo/rischio e tossico-nocivo in ogni ambiente di lavoro e di vita; la promozione e l'affermazione della ricerca scientifica e della medicina pubbliche mediante un’azione efficace di partecipazione dei soggetti sociali

L'informazione è il diffondere il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda

Rivolgiamo un’ accalorata quanto conveniente raccomandazione a tutti i Cittadini residenti di Isola delle Femmine, ai pochi e malcapitati turisti di Isola delle Femmine e ai pochissimi rompipalle che non sono capaci starsene a casa invece di andare in giro a fotografare ciò che non va fotografato.
Eventualmente sentiste comunque la necessità impellente di scattare qualche foto al porto di Isola delle Femmine, pensateci Bene e se proprio volete prima chiedete il permesso al “picciotto” del “quartiere”, che senz’altro vi dirà “ non ci conviene fare fotografie, piuttosto ci conviene spendere i piccioli paccattari cartoline li vinninu, sintissi a mia ca ci conviene. Risparmiare picciuli sul costo delle cartoline non ci conviene anche perché dà supra i picciuli a vossia non ci servono chiù u capisti ah ?.......” .
Inoltre è molto importante avere la capacità di non reagire per lo stile il comportamento il linguaggio con la sua cadenza alquanto minaccioso del picciotto, fa parte della Kultura tipicamente mafiosa.
A pochi metri trovate un negozio di souvenier dove vendono le cartoline,
Vuol dire che la prossima volta scegliete un’altra meta turistica e gli altri seguano il consiglio del picciotto di farsi i cazzi propri!
Pino Ciampolillo

Il Nostro caro amato Assessore dichiara: “ Abbiamo organizzato una vigilia di ferragosto che tutti i paesi limitrofi ci invidiano. Devo dire ai Cittadini che a differenza dellle spiagge di Capaci che a distanza di giorni è invasa dalla immondizia creata proprio in occasione della vigilia di ferragosto, IO a Isola mi sono messo al lavoro sin dalle prime ore dell’alba per pulire l’intero litorale marino di Isola delle Femmine…..” Complimenti Assessore peccato che Lei si è mobilitato soltanto per il Ferragosto, la dimostrazione che già a partire dal 16 agosto il problema della munnezza a Isola delle Femmine (si parla di tenere pulito il paese sin dal prime ore mattutine, probabilmente servono più mezzi?) non rientra più nelle priorità della Sua attività amministrativa.

Sono in fase di ultimazione il rifacimento dei marciapiedi di Isola delle Femmine. I lavori sono stati eseguiti grazie all’iniziativa dei Cantieri Scuola. Le caratteristiche dei marciapiedi corredati di pali della luce, pavimentazione antiscivolo e ssiemi di sicurezza antiinfortunistica.

Gli Evasori Fiscali di Isola delle Femmine?
Mi stavo chiedendo a isola delle Femmine quanti sono GLI EVASORI FISCALI? Per esempio mi chiedo tutti quei SIGNORI che hanno TANTISSIME case le denunciano e le loro attività finanziarie? Come trattano i propri dipendenti?
Isola delle Femmine R. Montalto 11 dic. 2009 ".....Gli zii evadono le tasse, i tributi che devono ai comuni, esercitano l'arte dell'elusione...tutto questo per creare fondi da destinare alla compra-vendita dei voti e far eleggere delle loro creature ai posti di rappresentanza....."


Fisco,Irpef,Patrimoniale,Evasione Fiscale,EvasoreTasse,Imposizioni Fiscali,Bilancio,Rendita Finanziaria,Buoni del tesoro,Banca,Denuncia dei redditi,Isola delle Femmine,Pappagallo,Aiello,Ai.Rom.

I Rifiuti e la Cultura Napoli, 28 Maggio 1787
Basta debolezze sull'evasione fiscale
Mafia Sospette infiltraioni mafiose al Comune: Dopo la commissione d’accesso, dopo la rimozione dei Funzionari dell’UTC e della Ragioneria del Comune Si DIMETTE il sindaco
È ovvio che trincerarsi dietro la legge, interpretata a proprio uso e consumo, non cancella le responsabilità morali verso la cosa pubblica



SPIAGGE:

Belmonte




 
“Sulla Calliope pesa l’omertà di una Sicilia che preferisce digerire ciò che accade nel proprio ventre anziché buttarlo fuori”. L'evasione fiscale è come la mafia, un problema di volontà politica, una politiKa creata ed eletta dalla mafia Belmonte Mezzagno non s'ha da sciogliere http://isoladellefemmineaddiopizzo5.blogspot.com/2011/08/belmonte-mezzagno-non-sha-da-sciogliere.html
Capitaneria di Porto Ordinanza n 20 Porto Isola Delle Femmine http://nuovaisoladellefemmin.blogspot.com/2011/04/gestione-porto-ordinanza-capitaneria.html


http://www.facebook.com/media/set/?set=a.2152287140732.116042.1653003729&l=1bb99c71c1&type=1

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.2152272540367.116041.1653003729&l=15a4e0dbd2&type=1

Mafia: Dopo l’acceso agli atti per presunto inquinamento mafioso della macchina amministrativa i Carabinieri rimuovono i dirigenti dell’Ufficio Tecnico e dell'ufficio di Ragioneria del Comune di Belmonte Mezzagno http://isoladellefemmineaddiopizzo5.blogspot.com/2011/08/i-carabinieri-rimuovono-lufficio.html
Turismo e Cultura: ogni euro investito ne porta tre sul territorio http://isoladellefemminebenvenutiinparadiso.blogspot.com/2011/08/miracolo-in-salento-il-folk-ora-e.html   

Nessun commento:

Posta un commento